InfiniteArea è project manager della Candidatura di Treviso a Capitale Italiana della Cultura 2020

LA NUOVA VISIONE CULTURALE PER LA CITTA'

Treviso is open,
cultura oltre le mura

 
 
copertina_defTavola disegno 5.png

<< Le mura cinquecentesche, a Treviso, e per Treviso, sono luogo monumentale dal forte valore identitario e simbolico. Sono metafora di un limite fisico perimetrale identitario, ma anche strumento di una “ascesa” per vedere oltre. >>

Dossier - Treviso Candidata Capitale Italiana della Cultura 2020

 
 

Treviso è candidata a Capitale Italiana della Cultura per il 2020.

InfiniteArea in coordinamento con Comune di Treviso, Comitato Promotore (presieduto dal Sindaco Giovanni Manildo) e Comitato Scientifico (presieduto da Marco Tamaro direttore della Fondazione Benetton Studi Ricerche) e oltre 70 Associazioni ha curato la realizzazione del dossier di candidatura di 60 pagine presentato al MiBACT per la selezione della Capitale Italiana della Cultura 2020.

Il fil rouge e il significato della candidatura proposti da InfiniteArea sono sintetizzati in "Treviso is open, cultura oltre la mura", a ribadire l'importanza della cultura quale lievito per lo sviluppo sociale ed economico della città e del suo territorio.

La candidatura è l'occasione per avviare, in ogni caso e indipendentemente dal suo esito, un più ampio percorso strategico per la città, di aggregazione e inclusione dei vari stakeholders territoriali e di riscoperta e valorizzazione del fondamentale apporto delle Associazioni che vivono e appartengono a questo territorio.

InfiniteArea è lieta e orgogliosa di essere stata selezionata per apportare il proprio contributo di competenze e di visione strategica alla crescita della città. L'anno scorso, InfiniteArea ha contribuito a portare la città di Montebelluna al prestigioso risultato di accedere alle 10 finaliste per la Capitale Italiana della Cultura 2018, proponendo la visione della "città-impresa" ed evidenziando il ruolo dell'impresa, sul territorio, quale cifra di cultura, assolutamente di pari dignità rispetto alla cultura più tradizionalmente intesa.

 
 
 
 

Siamo in attesa ora della comunicazione del MiBACT e dell'esito della selezione delle 10 città finaliste che accederanno alla fase successiva nella quale avranno l'opportunità di presentare e sostenere la propria candidatura a Roma davanti alla Commissione incaricata dal MiBACT.