InfiniteLabs ™
è la nostra fabbrica di prodotti innovativi.


Vogliamo trattenere e richiamare il talento in Italia. Iniziamo connettendo i puntini:

Ci siamo resi conto che le ottime idee non hanno necessariamente la forma di una startup e i talenti non vogliono necessariamente fare gli imprenditori. InfiniteLabs è un laboratorio dove i talenti lavorano in un contesto stimolante e multidisciplinare dedicandosi solo al progetto di ricerca e sulle sue applicazioni, che sono sempre ispirate da esigenze di partner industriali reali. Il resto lo facciamo noi. il nostro mestiere è connettere i puntini: vedere il potenziale di un'idea, metterla in un contesto in cui possa esprimersi magari intrecciandosi ad altre, ricavarne un quadro coerente che prende la forma di un prodotto radicalmente nuovo, promuoverlo e portarlo sul mercato.

Laboratori verticali, competenze e tecnologie trasversali.

Abbiamo scelto di specializzarci su ambiti in cui gli italiani possono vantare una tradizione e credibilità riconosciuta in tutto il mondo. Siamo aperti ad estendere la nostra attenzione a settori affini alla prospettiva di valorizzare il DNA dell'Italia e le eccellenze espresse dal suo territorio. Le lenti di ingrandimento attraverso le quali osserviamo i progetti sono 4:

1. il contenuto di proprietà intellettuale: i prodotti che sviluppiamo devono essere difendibili e articolati sul piano della proprietà intellettuale perché il nostro modello di business è basato sul suo sfruttamento commerciale;

2. B2B: i nostri prodotti sono pensati per partner industriali di settore con l'organizzazione e i canali di mercato adeguati a industrializzarli e portarli sul mercato su larga scala. 

3. ICT: viviamo in un mondo in cui il digitale è pervasivo: il digitale non è un laboratorio verticale fine a se stesso ma una competenza trasversale con un impatto trasformativo su tutti i prodotti.

4. Sostenibilità ambientale: lavoriamo su prodotti che hanno il potenziale di incidere sul mondo intorno a noi. E' imprescindibile pensarli e realizzarli senza un'attenzione maniacale a ridurre l'impatto che avranno sull'ambiente. 

Abbiamo organizzato i nostri prodotti in laboratori tematici verticali ma competenze e tecnologie sono trasversali: dove è scritto che un ricercatore che ha un'idea brillante da applicare inizialmente in contesto non possa immaginare applicazioni differenti in altri ambiti? Se lavora spalla a spalla con persone dal background differente ma aperte alla contaminazione, è ancora più probabile. Laboratori verticali, competenze e tecnologie trasversali: è la nostra matrice dell'innovazione.

Abbiamo il prodotto perfetto per te: facciamo una sperimentazione?

Diamo vita a prodotti originali: li presentiamo a quei partner industriali che possono tradurne il potenziale in risultati tangibili e vantaggio competitivo. Proponiamo di fare una sperimentazione che, in caso di successo,  ci porta a condividere il valore che viene generato. Alla fine del ciclo di sviluppo del prodotto la proprietà intellettuale, protetta secondo i canoni del diritto internazionale, è pronta per entrare nella filiera industriale. Generiamo profitto cedendo la proprietà intellettuale o con un accordo di licenza in cui vengono riconosciute delle royalties in funzione del suo sfruttamento. Se l’interlocutore ritiene opportuno costruire una nuova impresa (ci piace chiamarla così) attorno sulla proprietà intellettuale sviluppata, partecipiamo conferendo la proprietà intellettuale sviluppata. Siamo ben felici di veder trasformato un prodotto in una nuovo impresa, ma la fondamenta devono essere solide. Ci comportiamo come un partner esterno per la ricerca e sviluppo: ci prendiamo il rischio di sviluppare un nuovo prodotto per consegnarlo a chi è in grado di trarne il massimo beneficio. Proponiamo i nostri prodotti e ne sviluppiamo on demand, selezionando e organizzando idee, talento, tecnologia necessari a risolvere un problema specifico. 

Meritocrazia.

Il ricercatore che lavora con noi è retribuito per il suo lavoro. Gli sono messe a disposizione le risorse necessarie per portare avanti il suo progetto, concentrandosi solo sugli aspetti tecnici. I risultati  sono condivisi con chi ha contribuito alla realizzazione del prodotto con un meccanismo di royalties pensato per incentivare e premiare la capacità di fare e di interagire con gli altri. 

Un concentratore di proprietà intellettuale dedicato al trasferimento tecnologico.

Se da un lato sviluppiamo prodotti totalmente nostri di cui deteniamo la proprietà intellettuale, ci siamo resi conto che l'ecosistema dei produttori di proprietà intellettuale è ampio e variegato. Ci rivolgiamo a strutture di ricerca pubbliche e private per supportarle nella valorizzazione e nella monetizzazione della proprietà intellettuale. Negli Stati Uniti le grandi aggregazioni di aziende innovative nascono attorno a università in grado di formare il capitale umano necessario per alimentarle. Non è un caso che il cuore di Silicon Valley sia l'università di Stanford: è un circolo virtuoso in cui Silicon Valley sostiene Stanford e Stanford alimenta Silicon Valley. Università e impresa vivono in maniera simbiotica. In Italia questo collegamento è molto labile. Il problema risiede nella limitata capacità di azione degli uffici di trasferimento tecnologico e nella scarsa attitudine delle aziende a ricercare innovazione nelle università italiane, nell’immaginario comune più accademia che fucina di applicazioni pragmatiche. Noi mappiamo tecnologie promettenti e brevetti in modo da poterli incrociare con i bisogni dei compratori di proprietà intellettuale ai quali abbiamo accesso, in Italia e all'estero.

Non solo università: ci poniamo come interlocutore anche per start up o aziende private che abbiamo sviluppato un prodotto innovativo (anche solo un prototipo funzionante) e ne detengano la proprietà intellettuale ma che non dispongano dell'accesso al mercato necessario per tradurre in risultati il loro investimento. Troppo spesso, dato lo scenario di difficoltà di accesso agli investimenti che caratterizza l'Italia, idee con potenziale elevato non riescono ad affermarsi. 

Che tipo di accordo?  Acquisiamo proprietà intellettuale che entra nel nostro portfolio di brevetti di proprietà o stringiamo accordi di condivisione del profitto con gli inventori, siano essi pubblici o privati.

Quale vantaggio nell'affidarci la tua proprietà intellettuale? Concentriamo risorse su una singola azione coordinata di visibilità di un portafoglio articolato: abbiamo un network consolidato di relazioni con partner industriali italiani, internazionali e attori istituzionali. 


Qualche idea?

hai sviluppato una tecnologia o hai un'idea con dei risultati preliminari che potrebbe inserirsi nello sviluppo dei nostri prodotti o potrebbe dare vita a un nuovo progetto? Parliamone. Il nostro impegno è dare una risposta, sempre, entro 2 settimane da quando ci scrivi.